VR immersiva a 360° Simulazione rianimazione paziente con insufficienza respiratoria

In questo video VR immersivo a 360° si tocca con mano (con gli occhi)  tutta la potenza della realtà immersiva per fini di formazione in ambiente protetto e simulato. Indossando un visore per realtà virtuale si ha la sensazione di essere in prima persona, nella stessa stanza di simulazione mostrata nel video. L’utilizzo della grafica creata in postproduzione aiuta la comprensione. Il modello mostrato nel video può essere trasferito in vari settori: Ristorazione, Manifattura, Agricoltura, Agroalimentare, Agroindustria, Farmaceutico, Artigianato, Alternanza Scuola Lavoro, Turismo, Formazione Innovativa, etc.
Se sei interessato a video immersivi a 360° puoi contattare ARVR360.

Video: Migliori pratiche nel trattamento dei pazienti COVID-19.

Il video sopra ti porta all’interno di un pronto soccorso ospedaliero e ti mostra, utilizzando un testo pop-up, le migliori pratiche apprese dal personale medico di New York e Philadelphia per il trattamento di pazienti COVID-19 affetti da insufficienza respiratoria. Può essere visualizzato sullo schermo di un normale computer o con un auricolare per realtà virtuale. Il concetto di questo video è che lo spettatore è un medico.

Tutti i medici e gli infermieri che hanno lavorato su questo come attori avevano appena completato un turno di 12 ore. Sono rimasti tre ore in più per filmare questo film, gratuitamente.

Il video è distribuito tramite mailing list di medici che a loro volta lo condividevano con altri medici.

Ecco cosa hanno detto i medici dell’esperienza

  • Dopo aver visto questo video, mi sento più preparato a partecipare alla rianimazione di un paziente COVID-19 con insufficienza respiratoria”.
  • Questa dimostrazione video aiuta me stesso e  il mio team a sostenere efficacemente la rianimazione ei pazienti COVID-19 con insufficienza respiratoria.

Ricordiamo che la migliore esperienza è fruibile con un visore per realtà aumentata 

Usa il mouse per ottenere una vista a 360 gradi.

Credit: Weill Cornell Medicine, New York Presbyterian Hospital  e The Trustees of the University of Pennsylvania.

 

Se ti è piaciuto l'articolo trasferisci le conoscenze ai tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

, , , , , , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia una risposta