termostrisce,Problema

Il riscaldamento delle serre è uno dei principali fattori da tenere in considerazione per le produzioni vivaistiche e per le produzioni invernali.

Gli impianti di riscaldamento delle serre richiedono particolare attenzione nel dimensionamento, nella progettazione e nella realizzazione per avere il massimo contenimento dei costi energetici, e la massima efficienza. Uno dei principali aspetti tecnici, è il corretto dimensionamento dell’impianto e l’uniformità della temperatura aerea e basale, che non sono sempre facili da ottenere.

Soluzione
Termostriscia Sunnyday” studiata appositamente per il riscaldamento delle coltivazioni in serra tramite la metodologia del riscaldamento basale.

Le termostrisce in polipropilene prevedono una striscia, larga 304 mm e lunga sino a 20 m, consistente in una serie di 37 tubetti collegati da nervature e lungo i quali scorre l’acqua di riscaldamento.

Alle estremità la striscia termina con due collettori di testata lunghi 335 mm e del diametro interno di 40 mm che distribuiscono e raccolgono l’acqua di riscaldamento.

I collettori di testata, permettono il collegamento in parallelo di ciascuna striscia alla successiva e di quelle estreme alla rete di distribuzione tramite raccorderia speciale. Apposite fasce in AISI 304 rendono i collegamenti molto veloci

Per consentire le libere dilatazioni termiche delle termostrisce, queste, per quelle che sono le misure dei bancali più ricorrenti, vanno scelte di circa 40 mm più corte della distanza tra le eventuali facce interne delle sponde.

La superficie scaldante, in m², è pari alla lunghezza nominale  espressa in metri moltiplicata per 0,304

La termostriscia resiste agli agenti chimici aggressivi, resiste agli UV per oltre 10 anni esposto alle intemperie, elastica sino a -20 °C, calpestabile da piedi e pneumatici di mezzi leggeri.

Il riscaldamento a letto caldo minimizza il fabbisogno termico. Sebbene vada stimato caso per caso in funzione delle condizioni climatiche e del tipo di serra, si può stimare un fabbisogno termico di 70 W/m² di bancale ( 60 kcal/h.m²) con temperature esterne di 6° C.

Il sistema è integrabile a pompa di calore oppure a solare termico.

Per approfondimenti  janusenergy

Trasferisci le conoscenze ai tuoi amici.

Lascia un commento

Autore

ucciopazienza@gmail.com

innovazionevincente.it Servizi professionali per la creazione di business plan e consulenza telefonica. Approcci innovativi per ridurre costi, introdurre tecnologia , creare nuovi prodotti e servizi, nuovi modelli di business.

Articoli correlati

L’idroponica e Aeroponica: la soluzione sostenibile per la produzione di patate in un mondo in cambiamento climatico

C’è un urgente bisogno di esplorare sistemi alternativi di produzione agricola resilienti al clima che si concentrino sulla resilienza, sull’efficienza delle risorse...

Leggere tutti

Che cos’è la terapia digitale?

La terapia digitale è un intervento terapeutico che utilizza tecnologie digitali per fornire supporto e orientamento ai pazienti. Può essere utilizzata per...

Leggere tutti

Valutazione EFSA sulla carne coltivata: rischi e benefici per la salute

L’EFSA ha valutato i potenziali rischi e benefici della carne coltivata, includendo la sicurezza alimentare, la sostenibilità e la produzione del prodotto....

Leggere tutti

Microalghe per la depurazione delle acque reflue: un processo sostenibile e innovativo

La depurazione dell’acqua e del terreno è un processo fondamentale per la tutela dell’ambiente e della salute umana. Le acque reflue prodotte...

Leggere tutti

Industria 5.0: il nuovo paradigma produttivo centrato sull’uomo

L’industria 5.0 è il nuovo paradigma produttivo che si basa sulla cooperazione tra uomo e macchina, con l’obiettivo di creare prodotti personalizzati,...

Leggere tutti

Guida pratica ai 7 principi d’oro per ottenere il massimo dall’Industria 4.0

L’Industria 4.0 rappresenta una svolta epocale per il mondo della produzione industriale. Ma non è solo una questione di tecnologia, è molto...

Leggere tutti