Gans nanonparticelle di Zinco per ridurre il fabbisogno di fertilizzanti

concime-fosforo come ridurre

Problema

Come ridurre il fabbisogno di nutrienti della pianta e migliorarne l’assimilazione della stessa? Come sostituire il fosforo?

Soluzione

Nanoparticelle di zinco prodotte da un fungo, che nebulizzate su piante di fagioli potrebbero contribuire a ridurre la necessità di fertilizzanti favorendo un’agricoltura più sostenibile.

E’ quanto promette una ricerca condotta dalla Washington University di St. Louis, del Missouri, per rispondere alla sempre maggiore necessità di produzione alimentare legata a una popolazione mondiale in continua crescita.

Si tratta del primo studio che dimostra come mobilitare il fosforo nativo nel terreno, utilizzando nanoparticelle di ossido di zinco nel corso del ciclo di vita della pianta, dal seme alla raccolta. Le colture alimentari hanno infatti bisogno di fosforo per crescere e gli agricoltori usano fertilizzanti che ne sono sempre più ricchi per aumentare la produzione, ma l’assorbimento di fosforo nelle piante è limitato a causa della sua scarsa solubilità nel terreno.

Le piante utilizzano infatti solo il 42% del fosforo del suolo e il rimanente si accumula nei corsi d’acqua, inquinandoli.

L’82% del fosforo mondiale viene utilizzato per la produzione di fertilizzanti, ma il fosforo non è illimitato. “Se gli agricoltori continueranno a usare la stessa quantità di fosforo che utilizzato adesso, la fornitura mondiale sarà esaurita in circa 80 anni”, ha raccontato durante una conferenza stampa Ramesh Raliya, ricercatore di Washington che ha coordinato lo studio. “Ora è il momento per il mondo di imparare a utilizzare il fosforo in modo più sostenibile.”

Fonte: freshplaza

Se ti è piaciuto l'articolo trasferisci le conoscenze ai tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

, , , , , , ,

No comments yet.

Lascia una risposta